Virtus Bologna vs Olimpia Milano atto quarto. Stasera gara1 per il titolo del basket italiano

Virtus Bologna-Olimpia Milano, per il quarto anno consecutivo la grande classica del basket italiano assegnerà lo scudetto.

Tutto come da pronostico dunque, gli uomini di coach Messina giocheranno per il terzo titolo di fila, mentre coach Banchi proverà a riportare il tricolore sotto le due torri a tre anni dal clamoroso cappotto, il 4-0 con cui Teodosic e compagni umiliarono i milanesi.

Tante cose sono cambiate da allora, e le due squadre arrivano a questa sfida dopo una stagione di alti e bassi.

Sicuramente negativa finora per Melli e compagni, che dopo la faraonica campagna acquisti- con l’arrivo di Mirotic – puntavano a traguardi di spessore europeo: mai competitivi in Eurolega, eliminati in Supercoppa proprio dalla Virtus, battuti in finale di coppa Italia da Napoli, solo secondi in campionato.

Un po’ meglio i felsinei, protagonisti di una prima parte di stagione straordinaria, con il secondo posto in Eurolega e il sogno playoff che sembrava a portata di mano; poi un calo quasi fisiologico (anche considerando l’età media dei protagonisti) e una lunga serie di debacle, che però non gli hanno impedito di raggiungere il primo posto in classifica di A1.

Lo stato di forma però al momento sembra premiare le scarpette rosse, che dopo la sconfitta in gara-1 con Trento, hanno fatto un percorso netto nei playoff.

Molto più faticoso il cammino delle V nere, costrette a gara 5 da Tortona, e in grande sofferenza anche contro Venezia: colpa, soprattutto, di un virus influenzale che ha colpito tutta la squadra, e dell’infortunio a Lundberg, un fattore in stagione.

Ma questo è il momento dei campioni e i vari Mirotic, Melli, Shengelia, Belinelli sembrano pronti a giocare le loro carte migliori.

Attenzione al fattore campo, già decisivo un anno fa, stavolta la Virtus avrà il pallino in mano con un’ulteriore sicurezza: negli ultimi 13 confronti tra le due finaliste, ha sempre vinto la squadra in casa.

Dopo due anni in cui gli arbitri sono stati spesso protagonisti, noi abbiamo solo una speranza: che vinca il migliore. Davvero.

Diego De Mattia

Unisciti alla comunita’ social da qui

Puoi condividere qui l'articolo