Torino, anarchici assaltano volante della polizia. Mattarella: «Vicinanza agli agenti» [VIDEO]

Un gruppo di una cinquantina di persone, autonomi dei centri sociali e anarchici, hanno circondato una volante della polizia davanti alla questura di Torino con l’intenzione di liberare un uomo di origini marocchine che deve essere trasferito in un centro di rimpatrio

L’uomo era stato fermato lunedì sera per aver imbrattato le pareti di un sottopasso e ieri era stato portato nella sede dell’Asl, dove una decina di antagonisti aveva fatto irruzione in segno di protesta con l’uomo che era stato subito riportato negli uffici della questura.

Dopo alcuni fermi effettuati dagli agenti, gli anarchici si sono comunque riuniti in un piccolo corteo che si è mosso verso la Questura di Torino, dove un’auto della polizia è stata assaltata per impedire il trasferimento del migrante nel centro di espulsione.

In particolare cinque donne sono risultate indagate per resistenza a pubblico ufficiale ma sono state rilasciate. Un agente di polizia è rimasto ferito.

Il presidente della Repubblica Mattarella ha chiamato il capo della Polizia per essere informato di quanto avvenuto e per esprimere solidarietà agli agenti coinvolti nei fatti.

Il ministro Piantedosi ha invece parlato di «inaccettabile atto di violenza» nei confronti della Polizia, «sintomatico del clima di veleno e sospetto a cui sono sottoposte le forze dell’ordine e la Polizia, a cui va la mia solidarietà»

La redazione

Unisciti alla nostra comunita’ da qui:

Puoi condividere qui l'articolo