Strage di Ustica:”C’e’ Israele dietro la caduta del dc9″. Il servizio choc di Report [VIDEO]

Dopo 44 anni i misteri sulla strage di Ustica sono ancora molti, anche se le cause civili intentate dai famigliari delle vittime per giungere ad un risarcimento – poi parzialmente ottenuto – hanno confermato negli anni lo scenario di guerra aerea

Il 27 giugno del 1980 l’aereo Dc9 Itavia 870, con a bordo 81 persone, parte dall’aeroporto di Bologna direzione Palermo.

Dopo le 20.59 l’aereo scompare dai radar all’altezza di Ustica, inabissandosi nel bel mezzo del Mar Tirreno.

Estratto del servizio di Report in onda su rai3 il 26/05/2024

Oggi, dopo 44 anni e ben 19 sentenze, non ci sono certezze ufficiali, ma mentre per quelle penali le cause del disastro rimangono sostanzialmente un mistero, per quelle civili e’ stato accertato che vi e’ stata una vera e propria guerra nei cieli italiani sopra Ustica quel maledetto giugno del 1980, affermando che furono uno o più missili ad abbattere il Dc9 della compagnia Itavia

Negli anni sono emerse varie teorie e vari indizi su una possibile pista americana, libica e francese ma mai su quella che conduce in Medio Oriente.

Report ha quindi indagato se nella storia dell’aviazione civile fosse mai successo che un aereo di linea fosse bersaglio di un attacco aereo e si è scoperto che l’unico paese al mondo coinvolto in operazioni di questa natura era lo Stato d’Israele.

Con una documentata inchiesta, quindi, Report propone un nuovo scenario attraverso testimonianze inedite ad appartenenti ai servizi segreti israeliani, comandanti e generali dell’aviazione militare dello Stato di Israele che intorno agli anni ’80 realizzarono decine di operazioni top secret di cui nessuno parlera’ mai

L’abbattimento del Dc9 del 1980 potrebbe far parte di un errore operativo di valutazione, avvenuto da parte di Israele per bloccare la fornitura di uranio arricchito che la Francia spediva con aerei civili in Iraq per sviluppare il programma nucleare di Saddam Hussein, minaccia esistenziale per lo Stato medio-orientale

Di Francesco Neri

Seguici sui social da qui:

Puoi condividere qui l'articolo