Magico Sinner: batte due volte Djokovic e porta in finale l’Italia di Davis [VIDEO]

L’Italia batte la Serbia e torna in finale di Coppa Davis contro l’Australia, 25 anni dopo quella del 1976 in Cile.

A Malaga gli azzurri di capitan Volandri, trascinati da uno Jannik Sinner pazzesco, capace di battere la leggenda Novak Djokovic due volte in un pomeriggio, puntano ora al colpo grosso

Il numero 4 del mondo, dopo aver portato il punto dell’1-1 nel singolare con Djokovic, pareggiando la sconfitta in apertura di giornata da Musetti – battuto 6-7 (7-9), 6-2, 6-1 da Kecmanovic – e’ tornato nel doppio, affiancato dall’amico Sonego.

Di fronte ancora Djokovic, in coppia con lo stesso Kecmanovic. Ed il duo azzurro ha mostrato grande affiatamento e solidita’, eliminando i serbi con un perentorio doppio 6-4.

“E’ stata lunga oggi, ma quando finisce così le emozioni sono bellissime – ha detto alla fine del match Sinner – E’ stato un doppio molto difficile da giocare sull’1-1. Ma noi ci abbiamo sempre creduto. Siamo contenti di essere in finale, cercheremo di risolvere anche il problema Australia. La squadra ha dimostrato di esserci”.

La maratona di Sinner si era aperta con il match con Djokovic, che l’azzurro ha concluso nel migliore dei modi, sconfiggendolo per la seconda volta in 12 giorni, aggiudicandosi la ‘bella’ dei tre incroci giocati tra Atp Finals e Davis.

Sinner ha superato il n.1 del mondo 6-2, 2-6, 7-5 in 2 ore e 33 minuti. Il serbo non perdeva in Coppa Davis dal 2011 ed aveva vinto gli ultimi 20 singolari di fila.

Una costante fino ad oggi pomeriggio, quando un Sinner in gran forma lo ha battuto con un match incredibile, che lo ha visto annullare 3 match point consecutivi sul 5 a 4 del terzo set per poi trionfare 7-5.

Ora l’Italia del tennis sogna la vittoria finale del torneo a squadra dopo quella cilena di 25 anni fa di Panatta e company

Marco Boggi

Seguici sui social da qui

Puoi condividere qui l'articolo