Dopo 194 anni torna a Napoli ‘La Presa di Cristo’ del Caravaggio [VIDEO]

Dopo 194 anni torna a Napoli La Presa di Cristo di Caravaggio datata 1602, in esposizione alla Fondazione Banco di Napoli fino al 16 giugno.

La mostra partenopea segue all’anteprima avvenuta al Palazzo Chigi di Ariccia, cittadina a sud di Roma, dopo un lungo e accurato restauro avvenuto con l’ausilio di indagini diagnostiche.

L’esposizione presenta l’opera di Michelangelo Merisi da Caravaggio come la prima versione del misterioso capolavoro, che conta due originali e ben quindici copie

“La Presa di Cristo esposta nelle sale di Palazzo Ricca è il più importante ritrovamento dell’opera di Caravaggio degli ultimi decenni per la complessità della composizione e per i contenuti spirituali che esprime”, ha detto Francesco Petrucci, curatore della mostra napoletana.

“Il quadro, che ritorna a Napoli dove era rimasto fino al 1830, è la prima versione della Presa di Cristo, seguita poi dalla replica di Dublino, che pero’ non ha la stessa potenza espressiva, è più piccola e non ha la cornice nera rabescata d’oro”.

Prima di Ariccia questa tela era stata esposta soltanto una volta, precisamente nel 1951 alla storica Mostra del Caravaggio al Palazzo Reale di Milano.

Vent’anni fa il quadro venne poi acquistato dall’attuale proprietario Mario Bigetti

“La Presa di Cristo, nota attraverso due originali e quindici copie, è una delle composizioni spiritualmente più intense e ricche di pathos dell’attività romana di Michelangelo Merisi detto il Caravaggio”, si legge nel comunicato di presentazione

Visitabile nell’ambito della stessa mostra napoletana anche il Museo del Cartastorie dove sono custoditi importanti documenti come, in particolare, la storica committenza del mercante Nicolò Radolovich al Caravaggio per una pala d’altare, datata 6 ottobre 1606, prima testimonianza certa della presenza a Napoli del maestro in fuga da Roma dopo aver compiuto il noto “omicidio d’onore”

Di Marco Boggi

Seguici sui social da qui:

Puoi condividere qui l'articolo