Controlli finanziari nel calcio: scontro sulla nuova agenzia del governo

Il governo sta lavorando su una proposta per una nuova agenzia di controllo economico-finanziario delle società sportive professionistiche, ispirata al modello della Premier League inglese.

Il ministro dello Sport, Andrea Abodi, ha presentato una bozza di legge che prevede la creazione di un ente autonomo per monitorare i conti delle società calcistiche, in risposta ai debiti accumulati da alcune di esse, che sono si scesi da 600 a 300 milioni di euro negli ultimi due anni, ma che allarmano l’industria del Calcio a tutti i livelli

L’agenzia avrà un budget stimato di circa 3 milioni di euro, a carico dei club controllati, e si occuperà dei controlli pre-iscrizione ai campionati, con la decisione finale che resterà comunque prerogativa della Federcalcio.

La proposta ha sollevato preoccupazioni nel mondo del calcio, in particolare per quanto riguarda l’autonomia del settore della FIGC e per le possibili implicazioni per i grandi club della serie A quotati in borsa come Juventus e Lazio, già soggetti al controllo dell’organo finanziario ordinario, la Consob.

Redazione

Seguici sui nostri social da qui:

Puoi condividere qui l'articolo