Attentato a Bruxelles: Col kalashnikov e al grido di Allah Akbar uccide due svedesi [VIDEO]

Terrorismo a Bruxelles. Un uomo armato di kalashnikov e al grido di Allah Akbar apre il fuoco nella zona centrale della capitale belga

Si registrano due vittime accertate e diversi feriti gravi. E’ successo nei pressi della stazione Saincteletteplein, nel centro della capitale belga.

Secondo le prime informazioni, ci sarebbero almeno due morti e sarebbero tifosi svedesi che, con tanto di maglietta e sciarpa, si stavano recando allo stadio per la sfida di calcio tra Belgio e Svezia di questa sera, valida per le qualificazioni alla prossima coppa europea.

La caccia all’assassino, che dopo l’assalto si e’ dato alla fuga a bordo di uno scooter, e’ tutt’ora in corso e la partita di calcio tra Belgio e Svezia e’ stato sospeso dopo il primo tempo, con i circa 30 mila spettatori che sono stati fatti rimanere all’interno dello stadio per motivi di sicurezza

Intanto emerge un video in cui l’attentatore, dopo le uccisioni, rivendica la sua appartenenza all’Isis in un video: “Ho ucciso tre svedesi. Ho vendicato i musulmani. Si vive e si muore per Allah. Ora sono felice e sono pronto ad essere accolto da Allah”

Appare chiaro, quindi, il riferimento alle recenti manifestazioni della destra svedese che ha bruciato piu’volte il corano nelle piazze del Paese nordico

La redazione

Seguici sui social da qui

Puoi condividere qui l'articolo